top of page
  • Immagine del redattoreViglianti Partners

SRL E SRLS, QUALI SONO LE DIFFERENZE?


Le SRL e le SRLS sono due tipologie di società a responsabilità limitata, ovvero di società con un patrimonio autonomo e separato da quello dei singoli soci. Questo significa che solo la società risponde dei debiti dell'attività, senza che i soci debbano attingere al proprio capitale.


Esse presentano però alcune differenze importanti, vediamo insieme quali sono.

Le principali differenze tra SRL e SRLS riguardano il capitale sociale, lo statuto interno e le limitazioni per i soci.



Partiamo intanto dal capitale.


Entrambe le società possono avere un capitale minimo di € 1,00, le SRL possono avere un capitale sociale illimitato, senza tetto massimo, mentre le SRLS lo hanno limitato a € 9.999,99. Questo significa che per poter aumentare il capitale sociale oltre questa soglia è necessario convertire la società in una SRL.


Per costituire una SRL o una SRLS occorre redigere uno statuto e un atto costitutivo.

Vi sono poi differenze su come questo statuto può essere gestito.


Per una SRL lo statuto può essere modificato a seconda delle esigenze dei soci, La SRLS, invece, prevede l’utilizzo di uno statuto ministeriale non modificabile e molto limitato.


Tale situazione non consente di effettuare alcuna personalizzazione delle clausole e quindi i soci devono sottostare a regole predefinite per la gestione della società.


I soci di una SRL possono essere persone fisiche o giuridiche e può essere anche unipersonale, ovvero costituita con un unico socio.


Al contrario, i soci di una SRLS possono essere solo persone fisiche. Questo significa che se costituisco una SRLS e voglio poi realizzare un gruppo societario dovrò trasformarla in una SRL.


Inoltre, in una SRL i soci possono conferire sia denaro sia opere e servizi. In una società semplificata, invece, possono conferire soltanto denaro.



I costi obbligatori per la costituzione di una SRL sono le spese notarili (attorno ai 1.500/2.000 euro a seconda del notaio cui si fa capo), alcune imposte statali e ovviamente il versamento del capitale iniziale, che ricordiamo può essere anche di solo 1,00 euro.


Per costituire una SRLS invece non c'è bisogno dell'atto notarile e non occorre pagare l’imposta di bollo ed i diritti di segreteria, andando quindi a stimare i rimanenti costi a circa 400,00 euro più il versamento del capitale iniziale, che anche qui può essere di 1,00 euro.


I costi di gestione sono gli stessi per una SRL e una SRLS, che possiamo così schematizzare:

  • Denuncia inizio attività: 200,00 euro;

  • Imposta di registro: 200,00 euro;

  • Tasse concessione governative vidimazione libri sociali: 309,87 euro;

  • Spese deposito per il bilancio annuale: 200,00 euro;

  • Stesse procedure di chiusura e cancellazione dell’impresa: 1.600,00 euro;

  • INPS il 24% (circa) sulla percentuale di partecipazione agli utili per socio amministratore;

  • PEC da 5,00 euro l’anno, obbligatoria;

  • Vidimazione libri sociali: 41,00 euro;

  • Diritti camerali: 100,00 euro.

In conclusione, la SRLS ha dei costi iniziali più bassi ma allo stesso tempo molte limitazioni rispetto alla SRL, pertanto al momento della costituzione di una società bisogna comprendere bene quale più si addice alle nostre esigenze.

Per qualunque chiarimento o aiuto, non esitate a contattarci!




Comments


bottom of page