top of page
  • Immagine del redattoreViglianti Partners

Nuovo 730 semplificato per la dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi del 2024 si presenta con importanti novità nel modello 730, segnando un significativo passo avanti verso la semplificazione burocratica e l'efficienza digitale. Quest'anno, grazie alle innovazioni tecnologiche, accedere al proprio 730 precompilato è più semplice e sicuro che mai. Vediamo insieme come.


La dichiarazione dei redditi del 2024 si presenta con importanti novità nel modello 730, segnando un significativo passo avanti verso la semplificazione burocratica e l'efficienza digitale. Quest'anno, grazie alle innovazioni tecnologiche, accedere al proprio 730 precompilato è più semplice e sicuro che mai. Vediamo insieme come.

Sicurezza e Accessibilità

L'accesso al modello 730 precompilato è garantito attraverso gli strumenti di autenticazione come SPID, la Carta di Identità Elettronica (CIE) e la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). In questo modo si assicura non solo la massima protezione dei dati personali ma viene facilitata anche la consultazione di un prospetto sintetico delle proprie informazioni fiscali, disponibile direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Questo rende possibile una verifica rapida e accurata dei dati, permettendo ai contribuenti di identificare e correggere eventuali discrepanze o errori prima della presentazione definitiva.


Un Quadro Più Ampio per i Contribuenti

Il 2024 vede anche l'espansione della platea di chi può beneficiare del modello 730 precompilato. La novità più rilevante è l'inclusione dei contribuenti con redditi di natura finanziaria e investimenti esteri, precedentemente esclusi da questa facilitazione. Inoltre, il nuovo quadro W semplifica la dichiarazione di attività finanziarie e patrimoniali estere, inclusa la gestione delle cripto-attività, centralizzando informazioni che prima richiedevano la compilazione di più sezioni.


Intuitività e nuova interfaccia

La nuova interfaccia del modello precompilato offre una navigazione intuitiva e trasparente, che agevola il contribuente nella comprensione e gestione delle proprie informazioni fiscali. Questo approccio user-friendly è particolarmente vantaggioso per chi non possiede una solida esperienza in materia fiscale, riducendo sensibilmente il tempo speso nella compilazione della dichiarazione.

Come spiega la stessa Agenzia delle Entrate, con il 730 semplificato il cittadino non deve più conoscere quadri, righi e codici ma viene guidato fino all'invio della dichiarazione "con un'interfaccia più intuitiva e parole semplici". Facciamo degli esempi: i dati sull'abitazione - come rendita, contratti di locazione, interessi sul mutuo o altro - sono raccolti nella sezione "casa", gli oneri nella sezione "spese sostenute", le informazioni sul proprio coniuge e sui figli nella sezione "famiglia", e via dicendo


Scadenze da Ricordare

Un promemoria fondamentale per tutti i contribuenti è il 30 settembre 2024, data ultima per la presentazione del 730 precompilato. Per chi presenta invece il modello Redditi, tale periodo si prolunga fino al 15 ottobre.


Altre Novità

Ma le novità non sono finite. Da quest'anno, chi presenta il modello 730 prima di inviare la dichiarazione può selezionare la voce "nessun sostituto" per chiedere di ricevere direttamente dall'Agenzia l'eventuale rimborso da 730, anche in presenza di un datore di lavoro o di un ente pensionistico tenuto a effettuare i conguagli.

Come spiega l'Agenzia delle entrate, l'opzione è valida anche se dalla dichiarazione emerge un debito: in questo caso "il contribuente che invia direttamente il modello può effettuare il pagamento tramite la stessa applicazione online. La procedura consente infatti di addebitare l’F24 sullo stesso Iban indicato per il rimborso. In alternativa, è anche possibile stampare l'F24 precompilato e procedere al pagamento con le modalità ordinarie".


Con queste novità, il modello 730 del 2024 si conferma uno strumento all'avanguardia nel panorama fiscale italiano, mirando a un equilibrio tra necessità di controllo e facilità d'uso, in linea con l'obiettivo di un fisco sempre più digitale e vicino alle esigenze del cittadino.

Comments


bottom of page