top of page
  • Immagine del redattoreViglianti Partners

Aumentano gli stipendi con la nuova Irpef e il taglio del cuneo

Con le due misure inserite nella Legge di Bilancio, gli stipendi subiranno incrementi non indifferenti. Ma i benefici dipenderanno molto dal proprio scaglione di reddito: ecco chi guadagnerà di più (e chi meno).


legge di bilancio 2024

Nella Manovra 2024, approvata il 16 ottobre dal Consiglio dei ministri, sono state presentate alcune significative modifiche fiscali che avranno un impatto notevole sulle finanze degli italiani. Queste misure includono il rinnovo del taglio del cuneo fiscale-contributivo e la riforma delle aliquote Irpef con l'accorpamento dei primi due scaglioni: Per i redditi fino a 28mila euro l'aliquota sarà infatti la stessa, il 23%


Secondo le analisi effettuate dal Corriere della Sera, questa modifica si tradurrà in un aumento medio di mille euro netti all'anno nelle buste paga dei contribuenti. Tuttavia, l'entità di questo vantaggio fiscale varierà considerevolmente a seconda del livello di reddito.


Per chi guadagna più di 35mila euro l'anno, il taglio del cuneo non è previsto. Invece per i redditi fino a 15mila euro l'anno, si prevede un aumento di circa 60 euro al mese nella busta paga, che si tradurrà in un incremento di circa 100 euro al mese per i redditi fino a 35mila euro l'anno. Questi benefici vanno calcolati su 13 mensilità.


Tuttavia, è importante notare che sopra i 35mila euro annui, il beneficio si riduce a circa 20 euro al mese per 13 mensilità grazie alla nuova struttura Irpef. Va anche sottolineato che i redditi superiori a 50mila euro non beneficeranno di questa misura, come dichiarato dal presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Questi redditi rientrano nella quarta aliquota e non avranno accesso ai vantaggi fiscali introdotti dalla Manovra 2024.


Tra i lavoratori dipendenti, coloro che guadagnano circa 29mila euro all'anno saranno tra i principali beneficiari di questa riforma, con un aumento di 110 euro netti mensili nella busta paga, che si tradurranno in un totale di 1.400 euro all'anno. Anche coloro che guadagnano poco di più, ossia 30mila euro all'anno, vedranno un aumento mensile di 103 euro nella loro busta paga. Per i dipendenti che rientrano nella fascia di reddito compresa tra i 40mila e i 50mila euro annui, l'incremento previsto è di 20 euro al mese. Non ci saranno invece cambiamenti per coloro che guadagnano meno di 15mila euro o più di 50mila euro l'anno.


Per quanto riguarda pensionati e autonomi, il beneficio deriverà principalmente dall'accorpamento dei primi due scaglioni e dal conseguente abbassamento dell'aliquota dal 25% al 23%. Per coloro con redditi tra i 30mila e i 50mila euro annui, si prevede un aumento di circa 260 euro. Per coloro con redditi intorno ai 20mila euro, il beneficio sarà di circa 100 euro in più.


In sintesi, la Manovra 2024 introdurrà importanti cambiamenti fiscali che avranno un impatto significativo sulle finanze dei cittadini italiani, con un focus sull'abbassamento delle aliquote Irpef e il taglio del cuneo fiscale-contributivo, che varierà in base al livello di reddito. Tuttavia, è importante tenere presente che i benefici non saranno estesi ai redditi superiori a 50mila euro l'anno.

Comments


bottom of page